Gestione controintuitiva (e meno rispettosa della privacy) dei tag nelle foto e nei post su Facebook

Oggi è il 19 Aprile 2012. Ci tengo a precisare la data, perché, per ovvi motivi, ciò che dico in questo articolo potrebbe diventare obsoleto con la prossimo aggiornamento di Facebook. Quello che scrivo vale solo hic et nunc.

Comunque, concentriamoci su questa gestione controintuitiva. Di primo acchitto, l’ho battezzata come “falla” ma, in effetti, non è detto che lo sia. La cosa certa è che la terminologia usata nel menù di impostazione porta a pensare che lo sia. Se, invece, è un comportamento voluto, la cosa va segnalata agli sviluppatori, perché si spaccia un’impostazione per quello che non è.

Il problema è che, quando impostate la visibilità dei post e delle foto (successivamente, con “post”, mi riferirò ad entrambi) in cui siete taggati, in realtà state impostando l’accessibilità, non la visibilità. Mi spiego meglio. Supponiamo che desideriate una privacy molto alta e che, quindi, abbiate detto che i post e le foto in cui siete taggati possono essere visti solo da voi. In effetti, quei post e quelle foto non compaiono nel vostro diario/profilo (ergo, non sono accessibili) e, se gli amici lo aprono, non le vedono.

Ora, invece, focalizziamoci sul riquadro degli aggiornamenti, chiamato ticker nella versione inglese. E’ quel riquadro posto in alto a destra nella nostra Home. Con quale criterio compaiono gli aggiornamenti? La risposta è semplice. Se un vostro amico commenta un post o una foto che anche voi potete vedere, tale aggiornamento comparirà nel riquadro. L’aggiornamento comparirà anche se il vostro amico ha impostato Facebook in modo che, sul suo profilo/diario, non compaia il fatto che ha lasciato un commento altrove. Se ci pensate, non è strano: una cosa è il profilo/diario (dove, in effetti, il fatto che ha lasciato commento non viene riportato), una cosa è il riquadro degli aggiornamenti.

Ora, tenendo conto di come funziona questo benedetto riquadro degli aggiornamenti e, tenendo conto del fatto che, di norma, quasi nessuno rimuove la visibilità per gli amici delle persone taggate, indovinate cosa succede alle foto in cui siete taggati? Sì, avete indovinato. Se commentate quel post o quella foto, il commento sarà visibile nel riquadro degli aggiornamenti, anche se avete limitato al massimo la visibilità dei post in cui siete taggati (o meglio, quello che, da come è scritto il pannello di impostazione, sembra essere la visibilità dei post in cui siete taggati). Di conseguenza, andando con il mouse sopra l’aggiornamento, gli amici potranno vedere il post e i relativi commenti. Questo perché, per l’appunto, il post è comunque visibile agli amici dei taggati, come potrete verificare passando il mouse sopra l’iconcina vicino alla data di pubblicazione. Non è accessibile tramite il diario/profilo, ma comunque è visibile.

In sostanza, le “impostazioni di visibilità”, spacciate per tali, in realtà impostano solo l’accessibilità tramite il diario/profilo. La visibilità, quella vera, non cambia, ed il riquadro degli aggiornamenti ne è testimone. Ergo, se desiderate limitare l’accessibilità dei post in cui siete taggati e volete anche commentarli in pace senza farli vedere a tutti, rimuovete i tag. Allo stato attuale, è l’unico rimedio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Hobby. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Gestione controintuitiva (e meno rispettosa della privacy) dei tag nelle foto e nei post su Facebook

  1. SirGeorge ha detto:

    yeeeeeah..!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...