Riflessioni sulla crisi di governo

Eccolo là, quello zozzo di Mastella ha fatto quello che mi aspettavo.
Ora che in teoria avrebbe molto più senso continuare, visto che l’Unione si è liberata di un pessimo, scomodo personaggio, vengono a mancare i numeri. Ma lasciatemi fare un po’ di dietrologia.

Partiamo dalle posizioni di Mastella riguardo la legge elettorale. A Mastella non piace né la proposta referendaria, né la bozza Bianco (quella che Partito Democratico e Forza Italia stavano tentando di cucirsi addosso). Vista la situazione, quindi, lui ha tutto l’interesse a proseguire con la legge attuale, poiché gli garantisce più peso di quello che merita: del resto, con la sua moralità meschina nemmeno si pone il problema riguardo al fatto che questo sistema è "una porcata". Se il governo cadrà ufficialmente e se il Presidente della Repubblica deciderà di indire le elezioni, si voterà con la vecchia legge, con sua somma gioia. Una persona di profilo più alto si sarebbe unita con Casini nella promozione di una legge proporzionale.
E invece no. Appena ha trovato il pretesto, si è per l’ennesima volta fatto i fatti suoi; tanto, a lui che importa dell’uomo e del partito nelle cui mani rischia di tornare il Belpaese! Che schifo.

Tra l’altro, non ricordo chi, hanno fatto notare la brevissima distanza temporale che c’è stata tra la consegna dell’avviso di garanzia ed il discorso di "addio", incompatibile con il tempo necessario alla sua preparazione. Questo lascia pensare che lui sapesse già da prima cosa stesse per accadere la moglie e, aggiungo io, abbia sfruttato ad arte le sue "disgrazie familiari" per svincolarsi dal governo e avere le ormai famigerate "mani libere".

In ogni modo, la ragion di Stato come al solito è andata a farsi friggere ed è stata sacrificata agli interessi particolari.

In conclusione, esprimo il mio parere sull’opportunità di indire subito le elezioni. Secondo me, in caso di caduta ufficiale del governo, andrebbe indetto un governo tecnico o un governo di larghe intese. Ci sono due problemi da risolvere:

  1. La legge elettorale, che va rifatta assolutamente (ed il presidente Napolitano è molto sensibile su quest’argomento);
  2. La recessione negli Stati Uniti.

Per il primo, sarebbe meglio un governo di larghe intese, perchè constringerebbe le forze in campo ad accordarsi su un testo condiviso.
Il secondo, invece, è più complesso. La recessione negli Stati Uniti ha già fatto crollare tutti i mercati finanziari mondiali. La contrazione della domanda americana dovrebbe far sentire pienamente il suo effetto nei prossimi sei mesi (almeno, così ritiene l’economista Deaglio), sia sui mercati asiatici (indiano e cinese, soprattutto), sia su quelli europei. La finanziaria dello scorso autunno è stata scritta a partire da ipotesi che non sono più vere, quindi sono necessari degli interventi correttivi soprattutto in questi sei mesi, in modo da ammortizzare l’effetto della recessione statunitense e del calo di domanda. Una legge di questo tipo, però, mette in campo l’intera schiera di valori che contraddistinguono un partito: di conseguenza, sarebbe molto difficoltoso scrivere un testo condiviso in un governo di larghe intese. Un governo tecnico, invece, potrebbe provare a far quadrare i conti a partire dai crudi numeri, anche se per interventi di questo respiro serve più la lungimiranza di un economista che la matematica inopinabile di un ragioniere.

Ahi serva Italia, di
dolore ostello, 
nave sanza nocchiere in gran tempesta, 
non donna di province, ma bordello!

Alessandro Tucci


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...